The Mass (Italiano)

O Sorte

come la luna

tu sei variabile,

sempre cresci

o decresci;

la vita odiosa

ora indurisce

e ora conforta,

per gioco, l’acutezza della mente;

miseria,

potenza

dissolve come ghiaccio

 

 

(“divano, divano re….”  Le parole del ritornello sono inventate. L’intento dell’autore è di evocare lingue antiche, in particolare celtico e latino)

 

 

Sorte possente

e vana,

cangiante ruota,

maligna natura,

vuota salvezza

che sempre si dissolve,

oscura

e velata

me pure sovrasti;

ora al gioco

di te scellerata

porgo la schiena nuda.

 

Destino di salute

e di virtù

ora mi è avverso,

indebolito

e sconfortato

sempre schiavo.

In quest’ora

senza indugio

le vostre corde fate suonare;

poiché a caso

prostra un forte,

con me tutti piangete!